I Lai delle Nubi sono un progetto Post-Rock di Roma, formatosi nel 2015 ad opera del bassista Andrea Bozio, il batterista Stefano Mosena, e i chitarristi Max Napoli e Andrea Rossi.
Il loro primo lavoro è composto dai brani "Voci per un Neon e Cerere".
Voci per un Neon comincia con una magnifica intro di basso per poi essere accompagnato da tutti gli altri strumenti, seguendo il crescendo di una batteria che ricorda gli Explosions in the Sky.
Il brano è sognante, pervaso da un aurea eterea e speranzosa che via via si inacidisce portando l'ascolto verso territori più spinti. 
Lo stacco della chitarra interrompe il mood che si accresce e si amplia quando gli altri strumenti sopraggiungono.
Chiare sono le intenzioni del gruppo che mostra carattere e doti tecniche non indifferenti.

Tocca a Cerere, brano forse meno emozionale del primo ma con più impatto sonoro. Qui ho sentito alcuni echi sonori riconducibili ai Long Distance Calling di Satellite Bay e Avoid The Light. Ottimo l'incedere della batteria e i successivi pattern, che regalano un groove corposo e pieno dove il basso è molto presente e funge da colonna portante. 
Le chitarre qui si fanno sentire esplodendo sempre di più, poi fermandosi e ricominciando di nuovo la sezione ritmica che termine con il crescendo finale esasperando la chitarra che termina in un loop sonoro.

In definitiva siamo di fronte a un gruppo dalle ottime potenzialità che, nonostante un EP composto da sole 2 tracce riesce a comunicare tanto del proprio estro. 

Voto 8/10

https://laidellenubi.bandcamp.com/

Nordsind - Tankerejse.mp3Artist Name
00:00 / 07:01

© VastoProduction 2014